Commissione INGEGNERIA CIVILE E INFRASTRUTTURE – Manifestazione di interesse

Cari colleghi, con Delibera n.13/22 l’Ordine ha manifestato l’interesse di procedere alla formazione della Commissione INGEGNERIA CIVILE E INFRASTRUTTURE.

Nel periodo di nomina del Consiglio dell’Ordine il nostro territorio e in particolare la Città di Genova sarà interessato da un programma di importanti opere infrastrutturali di grandi proporzioni e che già investono ed investiranno quasi tutti i settori ferroviario, stradale, autostradale, portuale ed aeroportuale, nonché il settore Civile in genere, coinvolgendo diversi Enti ed Amministrazioni con notevole impegno e sforzo. Queste opere doteranno e modificheranno il tessuto urbanistico e la mobilità della Città metropolitana.

Oltre quindi ai consueti ambiti dell’ingegneria Civile, la Commissione ha come principale scopo quello di studiare ed approfondire specifiche tematiche attinenti alle infrastrutture ed in particolare a quelle, che si svilupperanno nell’ambito del nostro territorio.

Per l’impegno, a cui sarà sottoposto tutto il Settore e per conseguenza la Commissione, per gli argomenti, che la Stessa andrà a trattare, apriamo ai colleghi, non solo la presente manifestazione di interesse, ma anche la possibilità di poter contribuire al perfezionamento degli argomenti nel seguito proposti, che verranno sviluppati lungo il periodo di operatività del Consiglio in carica.

Pertanto, la Commissione opererà in gruppi di studio e di interesse per singolo/i argomenti, al fine di snellire, anche logisticamente, il lavoro della Commissione e raccordandosi periodicamente per coordinare le attività ed il lavoro dei singoli gruppi. A tal proposito la manifestazione di interesse riguarda sia la partecipazione ai gruppi, che la loro attività di coordinamento.

Gli argomenti che la Commissione intende proporre ai colleghi saranno quelli di seguito descritti.

  • In primo luogo la Commissione intende rendere visibile ai colleghi dell’Ordine, utilizzando il portale, il bollettino, seminari specifici, ecc., le opere infrastrutturali e Civili più importanti, che interessano il territorio della Città metropolitana, coinvolgendo e rendendo possibile ai vari attori e referenti di queste opere la loro divulgazione, utilizzando i mezzi messi a disposizione dall’Ordine, affinché queste opere possano diventare un patrimonio professionale di crescita per tutti i colleghi ed in genere per la Città.
  • In relazione allo sviluppo di queste importanti opere sono conseguentemente trascinate anche modifiche su diversi tipi di altre reti da Queste interferite e spesso con altrettanto importanti modifiche ed occasione di riassetto di quest’ultime, che non riguardano solamente il campo della ingegneria Civile. Parliamo delle reti che alimentano tutte le nostre città, abitazioni, uffici ecc. . Lo sviluppo poi delle Infrastrutture, che interessano il nostro territorio fa riferimento ad una più ampia rete di sviluppo nazionale ed internazionale e pertanto lo scopo sarà quello di rendere evidente le connessioni ed i benefici, che queste infrastrutture consentiranno alla nostra Città e non solo di migliorare le connessioni con il resto del territorio nazionale ed internazionale.
  • Lo sviluppo di queste infrastrutture avverrà in un contesto di transizione tra normative superate e nuove in fase di approvazione, come siamo abituati ad operare per la rapida evoluzione normativa in rapporto al tempo di sviluppo progettuale/esecutivo delle infrastrutture. La attenzione, pertanto, alle nuove normative ed al Nuovo Codice e di come incidano nel contesto dei lavori sarà oggetto della Commissione. Il contenzioso durante i lavori è poi una parte, che non può essere tralasciata, sia in rapporto all’analisi della normativa, che come parte contingente ai lavori pubblici ed infrastrutturali, generato da diversi argomenti, che la Commissione si prefigge di trattare e non ultimo dall’incremento delle materie prime.
  • Per la esecuzione delle infrastrutture sono chiamate diverse figure il Progettista, il Direttore Lavori, il Coordinatore della Sicurezza, l’Appaltatore nella sua articolazione di figure responsabili del cantiere ed il Responsabile del Procedimento con il Committente. La Commissione vuole porre l’accento sulle reciproche responsabilità e su come queste sono variate nel corso dello sviluppo normativo, evidenziandone vantaggi e svantaggi e come si sono adattate le forme di organizzazione degli operatori del settore.
  • Le Norme Tecniche delle Costruzioni hanno avuto un incremento sotto il profilo del numero di norme, alle quali l’ingegnere ha dovuto adeguarsi, riducendo sempre di più il campo di giudizio ingegneristico e conducendo sempre più verso la applicazione della norma. E’ interesse della Commissione fare il punto sulla situazione con riguardo alla figura dell’Ingegnere e verificare se ci sono spazi, che hanno inciso sui tempi per la esecuzione delle opere infrastrutturali.
  • Strettamente legato al punto precedente sono le nuove tecniche di Progettazione ed in particolare l’utilizzo del BIM. E’ imprescindibile verificare come quest’ultime stanno influendo sul mondo delle opere pubbliche ed infrastrutturali e non ultimo come le nuove tecnologie di comunicazione ed i sistemi presenti in rete, l’utilizzo dello smart-working, l’utilizzo di nuovi sistemi di rilevamento, ecc. hanno modificato il lavoro dell’ingegnere dalla progettazione alla esecuzione.
  • Le Pubbliche Amministrazioni hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo dei lavori infrastrutturali. A quali processi e procedure normative sono sottoposte ed a quali i tempi. Stabilite le principali di queste, che interessano lo sviluppo normativo più impattante, soprattutto a livello degli Enti locali, quali proposte verrebbero dagli operatori del settore per semplificare il loro lavoro e rendere più celeri le fasi approvative.
  • La Sicurezza è parte della Ingegneria. Un’opera, una lavorazione non possono essere pensati senza porsi la sua esecuzione in sicurezza. La attenzione della Commissione a questo tema ed a come viene affrontato nelle opere infrastrutturali, nonché alla definizione dei costi ed alla loro strutturazione ed aderenza al progetto è oggetto permanente di studio e scambio con gli operatori del settore.
  • Come la sicurezza l’Ambiente è una parte integrante del mondo europeo della ingegneria. La ingegneria ambientale sia durante la fase approvativa, che nel corso d’opera comporta attenzione in fase progettuale, tempi e costi per la esecuzione delle opere pubbliche. La documentazione di questi aspetti durante la esecuzione delle opere infrastrutturali in esecuzione e progettazione, coinvolgendo gli operatori del settore, potrà diventare patrimonio comune per gli iscritti all’Ordine.
  • Infrastrutture non sono solo quelle in linea, ma quelle tradizionali del campo Civile Edile, che costituiscono un altro tipo di rete relativa agli edifici di interesse pubblico e, per intenderci, gli Ospedali, le Scuole, gli edifici pubblici, le attrezzature sportive, ecc. . Come si stanno evolvendo e quali sono le nuove tendenze è un tema sempre attuale per questo tipo di Commissione.

La partecipazione alle Commissioni deve essere attiva e propositiva, anche nell’ottica dell’organizzazione di seminari con crediti formativi, della pubblicazione di articoli sulla rivista A&B e dell’espressione di pareri.

Gli iscritti interessati alla tematica che desiderassero divenirne componenti e apportare il proprio contributo professionale sono calorosamente invitati a segnalare il proprio interesse tramite PEC all’indirizzo ordine.genova@ingpec.eu inserendo come

  • oggetto: Richiesta iscrizione COMMISSIONE INGEGNERIA CIVILE E INFRASTRUTTURE
  • corpo: il testo del modello in calce opportunamente revisionato nei campi NOME/COGNOME

Il trattamento dei dati personali, in conformità alle disposizioni del d.lgs. n. 196/2003 (così come modificato dal d.lgs. n. 101/2018 e dalla legge n. 160/2019) e del Regolamento UE n. 2016/679, avrà la finalità di consentire la partecipazione attiva alla Commissione e sarà improntato a liceità e correttezza nella piena tutela dei diritti dei Soggetti interessati e della loro riservatezza..

Titolare del trattamento è l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Genova che ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali e nei cui confronti il soggetto interessato potrà far valere i suoi diritti previsti dal d.lgs. n. 196/2003. Il soggetto interessato si impegna ad adempiere agli obblighi di informativa e di consenso, ove necessario, nei confronti delle persone fisiche di cui si sono forniti dati personali.

 

Cordiali saluti
Il referente in Consiglio della COMMISSIONE INGEGNERIA CIVILE E INFRASTRUTTURE
Ing. Stefano FRANCIA

 

MODELLO TESTO DA COPIARE E TRASMETTERE TRAMITE PEC (revisionato nei campi NOME/COGNOME)

Io sottoscritto NOME COGNOME

dichiaro di essere interessato a divenire componente della Commissione INGEGNERIA CIVILE E INFRASTRUTTURE.

Dichiaro a tal fine di essere informato, ai sensi del GDPR – (General Data Protection Regulation) approvato con Regolamento UE 2016/679, che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito e per le finalità del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.